Quando si diventa vecchi?

 

Gli anni passano, l’età avanza. Questo è un dato di fatto.

Il nostro corpo, la nostra faccia cambiano lentamente, di solito non ce ne accorgiamo più di tanto, solo guardando le vecchie foto vediamo quanto siamo cambiati.

C’è però un altro tipo di vecchiaia che non dipende dall’età.

Ci si può sentire vecchi anche quando anagraficamente si è ancora piuttosto giovani: sono troppo vecchio per…, non ne vale la pena ormai…

Soltanto dopo che gli anni sono passati, guardando indietro ci accorgiamo della sciocchezza di quel pensiero. Di ciò che ci siamo preclusi da soli…

Tutti conosciamo delle persone anziane che però sono “giovani dentro”. Si tratta sempre di  persone curiose, che hanno interessi,  e progetti per il futuro.

Ma quali interessi bisognerebbe avere? C’è la filosofia, la letteratura, il cinema certo, tutte tematiche molto importanti che arricchiscono la vita.

Tuttavia c’è un’attività molto interessante che appassiona molte persone che mantengono una mente vivace: ed  è “l’impicciarsi degli affari degli altri”.

Ricordarsi che la figlia della Marietta si è sposata con il figlio della Pina e poi è scappata con … sapere vita morte e miracoli di tutti i parenti, i vicini di casa i conoscenti, obbliga il nostro cervello a lavorare, ricordare, fare congetture. Parlarne con qualcuno che ha lo stesso interesse poi, può aggiungere altri particolari, ampliare la rete dei conoscenti.

i nostri parenti primati hanno un corteccia cerebrale molto sviluppata, simile alla nostra.

Ebbene gli scimpanzé non costruiscono ripari, tane, dighe,  nidi, ma vivono tranquillamente sugli alberi.

Non mettono da parte il cibo, quando non ce n’è più, semplicemente si spostano in un’altra zona.

Non si occupano di filosofia, non compongono poesie (almeno per quanto ne sappiamo!) hanno però una vita sociale molto articolata. Uno scimpanzé è in grado di conoscere lo status e il grado di parentela  di ogni scimmia con tutti i componenti del branco.

 Sono capaci di fare le cose di nascosto dai membri  che stanno più in alto nella gerarchia sociale (per esempio una femmina del capo branco può accoppiarsi con un giovane scimpanzé di grado inferiore in un luogo appartato).

Il nostro cervello si è sviluppato non tanto per la costruzione di oggetti, quanto per le relazioni che instauriamo. Abbiamo bisogno degli altri per vivere sani, mettere ordine nei nostri stessi pensieri e progredire, altrimenti ci atrofizziamo.

Abbiamo bisogno di specchiarci negli altri.

Chi non ha mai  conosciuto delle vecchie pettegole, sempre curiose, sempre a conoscenza di tutto, pronte a chiacchierare con chiunque e sempre in gamba?

 

 

 

Lascia un commento